pinterest twitter facebook YouTube Follow us on YouTube close menu-button reveal email Reading time twitter fat-arrow-down Google + Globe icon facebook icon

Trovare l’equilibrio: pro e contro della contraccezione ormonale

Tempo di lettura: 5 minuti Tempo di lettura
Pro e contro della contraccezione ormonale

Scegliere se prendere o meno un contraccettivo ormonale è una decisione impegnativa. Soprattutto se sei il tipo di persona indecisa anche per le piccole cose: “Cosa voglio per cena? Couscous alle verdure o insalata mista?”

Couscous… No, forse… insalata mista?

Sicuramente per le decisioni importanti è bene informarsi prima di scegliere. Ecco perché ho pensato a una lista di pro e di contro sui metodi contraccettivi ormonali.

Pro

Evitare una gravidanza non è il solo motivo per cui si può scegliere di assumere un contraccettivo.1 La contraccezione ormonale può darci degli “extra-benefits”.2

Migliorare l’acne2 – Gli androgeni, cioè gli ormoni “maschili” prodotti dal nostro organismo, hanno un ruolo molto importante nella comparsa dell’acne.3 I contraccettivi ormonali combinati possono ridurre i livelli di queste sostanze e quindi aiutare a migliorare i sintomi dell’acne.2 Alcuni contraccettivi ormonali curano e migliorano l’acne.

Ridurre i dolori e i sintomi della sindrome premestruale2 – Irritabilità, ansia, mal di testa, gonfiore, dolore4… Ci siamo passate tutte. Bene, i contraccettivi ormonali possono aiutarci a ridurre il dolore provocato dal ciclo mestruale e i sintomi della sindrome premestruale.2

Pianificare meglio1 – Le mestruazioni si presentano generalmente ogni 28 giorni.5 Ma non è sempre così scontato, vero? A volte arrivano prima del previsto, altre volte un po’ in ritardo, giusto per farci stare in pensiero per qualche giorno (grazie!).
Ma veniamo al dunque. La pillola contraccettiva ormonale combinata deve essere assunta per 21 giorni consecutivi, seguiti da una pausa di 7 giorni durante la quale si verifica un sanguinamento simile alle mestruazioni.6 Alcuni contraccettivi ormonali combinati consentono di ridurre i sanguinamenti da sospensione.7 Cosa vuol dire? Avere meno interferenze nelle nostre attività quotidiane1; poter programmare meglio vacanze, eventi, attività sportive7; ridurre il numero di “cicli finti” nell’arco dell’anno1,7.

Minore rischio di alcuni tumori2,8,9 – Dagli studi scientifici è emerso che i contraccettivi ormonali possono ridurre il rischio di tumore al corpo dell’utero, ovaio, colon retto e dei tumori del sangue.8,9

È bene tenere presente, però, che questi benefici non è detto che si manifestino proprio in tutte le donne che prendono la pillola. E poi, come tutti i farmaci, anche i contraccettivi ormonali possono causare effetti collaterali.

Contro

Effetti collaterali – Durante l’assunzione dei contraccettivi orali è possibile che si manifestino alcuni sintomi fastidiosi come nausea, mal di testa, gonfiore, tensione al seno, perdite di sangue irregolari.10 Parlatene con il vostro medico se i sintomi continuano.

Pressione arteriosa – I contraccettivi ormonali possono aumentare lievemente o per nulla la pressione arteriosa.11,12 Ecco perché il medico la tiene sotto controllo misurandola durante le visite di routine.

Rischio di trombosi – I contraccettivi con estrogeni possono aumentare il rischio di trombosi venosa profonda.8 Il medico valuta anche questo aspetto nella scelta della pillola per le sue pazienti.

Rischio di alcuni tumori – Adesso vi chiederete “Aspetta, non avevamo detto che i contraccettivi ormonali riducono alcuni tumori?” Sì, è vero. Ma potrebbero anche aumentare lievemente il rischio di altri tipi di tumore, come quello alla cervice o alla mammella, anche se i dati sono molto discordanti.13 Soprattutto per la mammella i risultati degli studi sono contraddittori e, comunque, l’uso di contraccettivi ormonali riduce il rischio e la mortalità per tutti i tumori in generale e soprattutto per quelli ginecologici.9

Insomma, ci sono alti e bassi nel prendere la pillola e spero che adesso siano più chiari.
Ricordate, comunque, di rivolgervi sempre al vostro medico per trovare l’opzione contraccettiva più adatta a voi.

È ora di cena. Che ne dite di una pizza?

  1. Nappi RE et al. Eur J Contracept Reprod Health Care 2016; 21 (3): 242-50.
  2. Schindler AE. Int J Endocrinol Metab 2013; 11 (1): 41-7.
  3. Lam C, Zaenglein AL.Clin Dermatol 2014; 32 (4): 502-15.
  4. Lete I et al. Eur J Contracept Reprod Health Care 2017; 22 (5):354-9.
  5. Dieci cose da sapere. Società Italiana di Contraccezione. http://sicontraccezione.it/pdf/10cosedasapere.pdf
  6. Metodi contraccettivi ormonali. http://www.salute.gov.it/imgs/c_17_paginearee_743_listafile_itemname_0_file.pdf
  7. Nappi RE et al. Eur J Contracept Reprod Health Care 2016; 21 (2): 106-15.
  8. Il decalogo della contraccezione. Società Italiana di Contraccezione http://sicontraccezione.it/pdf/SICDecalogocontraccezione10aprile.pdf
  9. Iversen L et al. Am J Obstet Gynecol 2017; 216 (6): 580.e1-580.e9.
  10. Sulak PJ et al. Obstet Gynecol 2000; 95: 261-6.
  11. Grandi G et al. Contraception 2014; 90 (5): 529-34.
  12. Cagnacci A et al. Contraception 2013; 88 (4): 539-43.
  13. Cibula D et al. Hum Reprod Update 2010; 16 (6): 631-50.